BITCOIN DETIENE 18.000 DOLLARI ANCHE SE MNUCHIN METTE FINE AD ALCUNI DEI FONDI LEGATI ALLA PANDEMIA

La Bitcoin si è alzata venerdì quando i trader si sono rifiutati di inchinarsi prima che Steven Mnuchin decidesse di porre fine ad alcune delle strutture della Federal Reserve per la lotta alla crisi.

Il Segretario del Tesoro statunitense ha chiuso due programmi istituiti per l’acquisto di debiti societari, altri cinque programmi lanciati per concedere prestiti alle medie imprese, altrimenti noti come Main Street Lending Program, uno che ha concesso prestiti ai comuni statali e locali, e un altro che ha sostenuto i titoli garantiti da attività.

BITCOIN UNFAZED

Questi strumenti di prestito hanno svolto un ruolo principale nel rassicurare i mercati finanziari dopo la disfatta del mercato globale del marzo 2020. Le attività di rischio, come le azioni, sono aumentate di pari passo con i paradisi fiscali come l’oro, poiché i trader hanno anticipato due potenziali risultati: che la Fed sosterrà sempre il mercato azionario e che la loro politica espansiva svilirà il dollaro USA.

Anche il Bitcoin, un giovane asset che oscilla tra il rifugio sicuro e il rischio per convenienza, ha avuto un’impennata incredibile contro l’approccio colombiano della Fed. Tra marzo e questo mese, il fiore all’occhiello della crittovaluta è salito di ben il 379,21%, battendo l’S&P 500, l’oro e altri rally tradizionali del mercato.

Le prospettive di un programma di assistenza in calo sono apparse ribassiste per la Bitcoin. Ma i suoi rischi sono caduti nel vuoto, almeno venerdì, quando la crittovaluta è salita di un altro 2 per cento davanti alla campana di apertura di Londra e New York, scambiando al di sopra di un livello di supporto chiave di 18.000 dollari.

I suoi mercati rivali non sono stati così fortunati. Mentre l’oro è scivolato di circa lo 0,2 per cento, i futures legati all’indice S&P 500 sono scesi dello 0,45 per cento, indicando un’apertura depressiva all’apertura del mercato statunitense.

D’altra parte, il dollaro USA è salito marginalmente dello 0,04 per cento rispetto al paniere delle principali valute estere.

FONDAMENTALI DI COMPENSAZIONE

La decisione di Mnuchin di porre fine ai programmi di prestiti d’emergenza della Fed, una parte enorme dei quali è rimasta sottoutilizzata, è arrivata quando il Presidente eletto Joe Biden ha guadagnato un vantaggio sul suo avversario repubblicano Donald Trump nello Stato della Georgia.

Krishna Guha, il vice-presidente di Evercore ISI, ha rovinato la mossa del Segretario del Tesoro definendola una „politicizzazione sconsiderata della politica di stabilizzazione del mercato“. Ha notato che Mnuchin si stava assicurando che non ci fossero più soldi per il suo successore sotto il regime di Biden.

Nel frattempo, gli analisti hanno anche valutato la possibilità che l’amministrazione Biden ripristini i programmi di prestito dopo il giuramento di Biden del 20 gennaio. Avrebbero dovuto avviare nuovi programmi di prestito citando circostanze „insolite ed esigenti“ a fianco della Fed.

Questo spiega in qualche modo perché anche una correzione al ribasso dell’oro è meno mostruosa – e perché la Bitcoin si sta comportando in modo resiliente fino alla fine del catalizzatore stesso che l’ha aiutata a spingere a 18.000 dollari a novembre da 3.858 dollari a marzo.

Così sembra, la criptovaluta si aspetta di affrontare una corsa accidentata in avanti, poiché ha in programma di ritestare il suo record di 20.000 dollari. La sua tendenza al rialzo potrebbe riprendere dopo il giuramento del signor Biden.